“Conosci te stesso e conoscerai l’intero universo e gli Dei”

Oracolo di delphi

Diverse tradizioni sono confluite in cio’ che oggi è chiamato Yoga. Con questo termine ci si riferisce ad un certo atteggiamento esistenziale verso la vita, a un sistema filosofico, a un complesso di esercizi psicofisici e di concentrazione, a una ricerca di comunione con l’Assoluto, a un particolare stato della coscienza, alla ricerca della propria vera Natura.

L’Ha-Tha Yoga o yoga della forza, è il metodo piu’ praticato in occidente. Contempla un organico di tecniche che controllano il corpo e la mente, influenzando soprattutto la muscolatura, il sistema nervoso, gli organi viscerali e le ghiandole endocrine,, inducendo in uno stato di calma e benessere.

Principalmente, per raggiungere questo stato di calma, vengono usati quattro tipologie di tecniche: asana (posizioni del corpo), pranayama (tecniche di respirazione), mudra (gesti simbolici) e, nada-anusamdhana (ascolto dei suoni interiori).

Come troviamo scritto negli Yoga Sutra, quando è acquisita una posizione stabile e comoda si instaura il controllo del respiro, e quando quest’ultimo è gestito ed accompagnato, la mente è predisposta all’attenzione e al raccoglimento.

Per meglio comprendere la pratica dell’Ha-Tha  yoga è necessario conoscere la costituzione dell’individuo in tale tradizione. Essa ha una visione energetica dell’universo, nel quale tutti i fenomeni sono considerati espressione di una forza primordiale chiamata prana.

Il prana sostiene anche la vita di ogni individuo, scorrendo all’interno in numerosi canali chiamati Nadi. Ogni funzionamento improprio del corpo e della mente è dovuto a disturbi del fluire del prana in questi canali.

La pratica dell’ Ha-Tha yoga permette di liberare le nadi da ogni blocco, per far fluire liberamente il prana e dirigerlo attraverso la concentrazione ed i mudra.

Le nadi piu’ importanti sono tre: Sushumna, Ida e Pingala. Ida (energia lunare) e Pingala (energia solare) rappresentano le due polarità energetiche, la prima fredda, intuitiva, legata al femminile, la seconda calda, razionale, legata all’energia maschile.

Scopo dell’ Ha-Tha yoga è armonizzare queste due correnti, ottenendo uno stato di equilibrio in cui l’individuo è in grado di utilizzare tutte le sue potenzialità e, a livello sottile, il flusso energetico è presente solo nel canale centrale Sushumna.

Lungo tale canale sono rappresentati anche i 7 chakra principali, raccoglitori e distributori di energia, che determinano il corretto funzionamento di corpo e mente.

Nella pratica, prima ancora delle tecniche, è indispensabile sviluppare un atteggiamento interiore consono al fine ultimo da raggiungere: “Conoscere se stessi”.

Tali attitudini sono: precisione, volontà, abbandono, ascolto, distacco, perseveranza, umiltà, gratitudine.

 

CON CHI

Il corso è tenuto da Sandra Santarossa insegnante yoga diplomata FIY

QUANDO

Ogni mercoledi’ dalle ore 18.30 alle 20.00

Ogni giovedi dalle 09.00 alle 10.30

DOVE

La sede è l’Oratorio SS. Redentore a Villadolt – Fontanafredda, Viale Dello Sport 25